IL NOTIZIARIO
Comunicazione n. si12086  di  Luned́ 18 giugno 2012
Interessa a: Amministrazione, Personale e risorse umane, Direzione e gestione strategica.
TERREMOTO DEL 20 E 29 MAGGIO 2012 - SOSPENSIONI CONTRIBUTIVE - ISTRUZIONI DELL'INPS

Riprendendo la News del 15 giugno u.s., Vi informiamo che l'INPS, con Circolare n. 85 del 15 giugno 2012, ha fornito le proprie istruzioni per la sospensione contributiva.

 

SOSPENSIONE DEI TERMINI

 

L’art. 6 del D.L. n. 74/2012 ha disposto per i soggetti che alla data del 20 maggio 2012 erano residenti, avevano sede operativa o esercitavano la propria attività lavorativa, produttiva o di funzione nei comuni colpiti dal sisma (v. Allegato 1), la sospensione fino al 31 luglio 2012, dei seguenti termini:

  • i termini perentori, legali e convenzionali, sostanziali e processuali, comportanti prescrizioni e decadenze da qualsiasi diritto, azione ed eccezione;
  • i termini relativi ai processi esecutivi e i termini relativi alle procedure concorsuali, nonché i termini di notificazione dei processi verbali, di esecuzione del pagamento in misura ridotta, di svolgimento di attività difensiva e per la presentazione di ricorsi amministrativi e giurisdizionali;
  • i termini relativi a vaglia cambiari, a cambiali e ad ogni altro titolo di credito avente forza esecutiva.

Gli Agenti della Riscossione sospenderanno d’ufficio fino al 31 luglio 2012 qualsiasi attività relativamente al recupero dei contributi previdenziali ed assistenziali.

 

Inoltre fino alla stessa data l’Istituto sospenderà l’emissione di avvisi di addebito ed avvisi bonari e le notifiche dei verbali di accertamento ispettivo e delle sanzioni amministrative.

 

Tale sospensione opera automaticamente e pertanto non è necessaria alcuna istanza da parte dei soggetti interessati.

L’art. 8, comma 1, punto 3) del D.L. n. 74/2012, sospende fino al 30 settembre 2012 i termini per la notifica delle cartelle di pagamento da parte degli Agenti di Riscossione.

 

Pertanto, fino al 30 settembre 2012 gli Agenti della Riscossione sospenderanno nei confronti dei soggetti interessati tutte le attività di notifica delle cartelle di pagamento emesse.    

  

SOSPENSIONE DEGLI ADEMPIMENTI E DEI VERSAMENTI CONTRIBUTIVI

 

L’art. 8, comma 1, punto 1) del D.L. n. 74/2012 ha disposto la sospensione fino al 30 settembre 2012 dei termini relativi agli adempimenti ed ai versamenti contributivi.

 

Nella sospensione sono ricompresi i versamenti relativi ai piano di rientro nei confronti dell’Istituto (dilazioni).

 

Soggetti interessati: la sospensione fino al 30 settembre 2012 degli adempimenti e dei versamenti contributivi, ivi compresa la quota a carico dei lavoratori dipendenti, è concessa ai soggetti regolarmente iscritti alle diverse gestioni ed  operanti alla data del 20 maggio 2012 nei Comuni di cui all’Allegato 1. I soggetti, persone fisiche o persone giuridiche che beneficiano della sospensione degli adempimenti e dei versamenti contributivi sono i seguenti:

  • i datori di lavoro privati, anche del settore agricolo e di lavoro domestico;
  • i lavoratori autonomi (artigiani, commercianti, agricoli);
  • gli iscritti alla gestione separata (committenti, liberi professionisti, etc.).


L'Istituto precisa che la sospensione riguarda, nelle eventuali situazioni di aziende autorizzate all’accentramento degli adempimenti contributivi, esclusivamente i contributi riferiti alle unità produttive, cantieri e/o filiali ubicate nel territori indicati nell’elenco allegato 1.

 

Qualora le aziende operanti al 20 maggio 2012 nei territori oggetto degli eventi sismici, abbiano assunto lavoratori in una data successiva al 20 maggio 2012, il beneficio della sospensione dal versamento dei contributi previdenziali per tali lavoratori spetta solo nel caso in cui gli stessi risultino residenti in pari data nelle aree indicate nell'Allegato 1.

 

Il datore di lavoro privato, il committente o l’associante sono responsabili del versamento della quota a carico del lavoratore e pertanto il soggetto che intende usufruire della sospensione contributiva, sospende sia la propria quota che quella a carico del lavoratore.

 

Il datore di lavoro che sospende il versamento della contribuzione, ma che contemporaneamente opera la trattenuta della quota a carico del lavoratore, è tenuto obbligatoriamente a versare quest’ultima nei termini di legge.

 

Con quest'ultima precisazione riteniamo che l'INPS voglia permettere ai datori di lavoro che abbiano già elaborato le buste paga trattenendo la quota a carico del dipendente, di disgiungere la contribuzione dell'azienda da quella del lavoratore, potendo procedere al solo versamento delle quote a carico e sospendendo invece il carico azienda.

 

L'Istituto introduce un'eccezione al versamento delle quote a carico trattenute, qualora queste fossero state trattenute antecedentemente al 20 maggio 2012; ipotesi, a nostro avviso, del tutto residuale.

 

Periodo contributivo oggetto di sospensione: i contributi previdenziali ed assistenziali, per i quali è stata disposta la sospensione del pagamento, sono quelli con scadenza di versamento nell’arco temporale 20 maggio 2012 – 30 settembre 2012.

 

Soggetti operanti fuori dai comuni interessati dall’evento sismico assistiti da professionisti con domicilio professionale in loco: l’art. 8, comma 4 del D.L. n. 74/2012 ha disposto, limitatamente ai professionisti, consulenti, associazioni e centri di assistenza fiscale che abbiano sede o operino nei comuni coinvolti dal sisma, anche per conto di aziende e clienti non operanti nel territorio, la proroga degli adempimenti sino al 30 settembre 2012. Un ulteriore presupposto per la sospensione degli adempimenti è che il consulente del lavoro o altro professionista, di cui alla Legge n.12/1979, abbia eletto prima del 20 maggio 2012 domicilio professionale nei comuni indicati nell’Allegato 1. Tale circostanza deve risultare dalla comunicazione di cui all’art. 2 del Decreto del Ministero del Lavoro del 9 luglio 2008.

 

MODALITA' DI SOSPENSIONE

 

Per poter usufruire della sospensione degli adempimenti e dei versamenti contributivi, i soggetti interessati dovranno produrre apposita domanda (v. Allegato 2) alla sede Inps competente.

 

Potrà essere presentata un’unica domanda anche qualora la stessa, in presenza dei rispettivi requisiti, vada ad interessare diverse gestioni.

Non si dà luogo al rimborso di quanto eventualmente già versato.

 

Le posizioni contributive relative alle aziende interessate alla sospensione dei contributi dovranno essere contraddistinte dal codice di autorizzazione 8B, che assume il nuovo significato di “Azienda interessata alla sospensione dei contributi a causa degli eventi sismici del 20 e 29 maggio 2012 verificatisi nei territori delle province di Bologna, Ferrara, Modena, Reggio Emilia, Mantova e Rovigo. Decreto MEF 1 giugno 2012 e D.L. 74/2012”.

 

Ai fini della compilazione del flusso UniEmens, per i periodi di paga da maggio 2012 ad agosto 2012, le aziende interessate inseriranno nell’elemento <DenunciaAziendale>, <AltrePartiteACredito>, <CausaleACredito> il nuovo valore N962 e le relative <SommeACredito> (che rappresentano l’importo dei contributi sospesi).

 

Il risultato dei <DatiQuadratura> - <TotaleADebito> e <TotaleACredito> potrà dare luogo ad un credito INPS da versare con le consuete modalità (F24) ovvero un credito azienda o un saldo a zero.

 

Per i committenti tenuti alla contribuzione nella Gestione separata sono sospesi i versamenti mensili con scadenza dal 16 giugno 2012 al 16 settembre 2012 (compensi erogati nei mesi da maggio 2012 ad agosto 2012).

 

Nella denuncia individuale Emens riferita ai periodi di sospensione dovrà essere riportato, nell’elemento <CodCalamità> di <Collaboratore> il valore 16 "sospensione contributi a causa degli eventi sismici del 20 e 29 maggio 2012 verificatisi nei territori delle province di Bologna, Ferrara, Modena, Reggio Emilia, Mantova e Rovigo. Decreto MEF 1 giugno 2012 e D.L. 74/2012. Validità dal 20 maggio 2012 al 30 settembre 2012".

 

Per i contributi dovuti da datori di lavoro domestico relativi al 2° trimestre 2012, il cui versamento è previsto dall’1 al 10 luglio 2012 opera la sospensione. Inoltre, la sospensione del termine di pagamento, se ricadente nel periodo interessato, opera anche per tutti i contributi pregressi dovuti dai datori di lavoro che, a fronte di comunicazione di assunzione, hanno ricevuto dall’INPS la lettera di accoglimento in cui viene indicato il termine di pagamento entro 30 giorni dal ricevimento.

 

MODALITA' DI RIPRESA DEGLI ADEMPIMENTI E VERSAMENTI SOSPESI

 

 

Il Decreto del MEF dell’1 giugno 2012 ed il D.L. n. 74 del 6 giugno 2012 nulla dispongono in merito alle modalità di ripresa degli adempimenti contributivi e di recupero dei contributi sospesi. Al riguardo, quindi, l'Istituto si fa riserva di fornire ulteriori indicazioni.

Versione in Pdf Versione in Pdf
Per ulteriori informazioni rivolgersi all'area Relazioni Industriali e Lavoro: sindacale@confindustriamodena.it - Tel. 059 448325